La Parabola del Contadino

C’era una volta un contadino della bassa, che abitava in un paese isolato e sperduto. Era cresciuto mangiando polenta, perchè questo era quello che offriva la terra. Un giorno bussò alla porta un forestiero che chiedeva ospitalità per la notte, scusandosi del disturbo e offrendo quel poco che aveva in borsa per condividerlo durante la cena.

Seduti a tavola il forestiero porse un involto. Lo aprì tirando fuori un tozzo di pane. Il contadino non aveva mai visto ne assaggiato, ne tantomeno era a conoscenza dell’esistenza del pane. Era diffidente dal provarlo: in fondo era un semplice tozzo raffermoLo assaggiò e scoprì che era più buono, più fragrante comunque della polenta. Volle per questo scoprire dove avesse preso il tozzo. Lo aveva acquistato in paese in un piccolo forno nella piazza.

Il giorno dopo il contadino prese il trattore e andò in paese. Trovò il forno e acquistò il pane. Tornò a casa, e non mangiò mai più polenta. Ogni giorno prendeva il trattore di buon mattino, e andava là a
comprare il pane appena fatto. Facendo così non aveva più tempo però per lavorare il campo di mais, e farne farina per la polenta. Ben presto il contadino andò in rovina, fu costretto a lasciare il campo in
mano a un latifondista. Lui lo assunse come bracciante, a lavorare nel suo stesso vecchio campo. Ma ogni giorno andava al forno e comprava il pane. Ed era felice.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s