Les Cahiers Belgiques

Once upon a time…

Le migliori storie iniziano TUTTE con un imprevisto. E dal numero di imprevisti questa storia si prospetta la migliore in assoluto. Ma se lo sarà. Lo capirò solo alla FINE. E siamo solo all’INIZIO.

“Guess what?”
“Il secondo semestre a Venezia non si farà per i pochi iscritti. Mi sa che devi trovare un’altra università tra Barcelona, Delft e Leuven.”
“Posso addirittura scegliere? Che culo!… che ne dici Barcelona?”
“Le lezioni sono in spagnolo.”
“Ok… Delft?”
“Stesso argomento di questo semestre.”
“…Leuven?”
“Buona fortuna, le iscrizioni devono essere presentate entro due mesi fa…”
“Ah… e quindi?”
“Dovremo farti entrare in via ‘straordinaria’”
“Mi piace essere straordinario”
“Bene. Buona fortuna”
Adoro le rimescolate di carte in tavola. E via con un’altra mano di Black Jack accademico!

 

It’s a long way to Leuven! pt.1

I Belgi hanno una strana passione per la burocrazia. Richiesta di ammissione al semestre. Istruzioni per l’uso:
– Connettersi al sito. Facile.
– Trovare il link per la versione inglese. Perchè sti Belgi parlano francese (vallone per la precisione), ma Leuven è nelle Fiandre. Si farebbero sparare in faccia col sale grosso piuttosto che parlare in francese (vallone, precisiamo). Per cui parlano olandese. Pardon. Fiammingo. Si farebbero sparare col sale grosso piuttosto che ammettere che parlano olandese. Ma da qualche altra parte. La faccia è già andata precedentemente.
– Richiedere e ottenere l’account al sito. Facile, è come avere un profilo sui social network.
– Scaricare l’application form. Facile. Compilarlo anche. Si può fare. Scoprire che il pdf è in ipertesto. I Belgi sono avanti!
– Caricare l’application form sul server. Ora devi solo aspettare che ti arrivi l’ammissione al semestre, per poi far firmare l’accordo interfacoltà da ENTRAMBI i responsabili. Il tutto in due settimane nette (ovviamente mentre stai ancora a finire il lavoro per il semestre uscente).

Celo, celo, celo… MI MANCA!

“Devi scegliere il tuo piano di studi tra i corsi disponibili in questa lista.”
“Posso addirittura scegliere? Che culo!… aspetta ho un senso di dejà vu?”
“Urgh… francese!”
“Che ne dici di Antropologia Culturale?”
“Si tiene ogni due anni. Non quest’anno.”
“Vada per Conservazione Beni Culturali?”
“Non è compatibile col tuo piano di studi.”
“Mobilità e Trasporto?”
“Mancano iscritti.”
“E immagino che Studi di Urbanistica…”
“No, no, quello c’è. Ma è diviso in due parti e tu inizieresti dalla seconda parte, è interessante ma non so… frequentarlo a metà…”
“Che cosa rimane allora?”
“Urbanistica Coloniale e PostColoniale, Analisi Critica di Sostenibilità di Intervento e Aspetti Istituzionali della Pianificazione. Giusto giusto per i tuoi crediti.”
“Menù turistico e vino della casa, grazie.”
“Ottima scelta.”
“E un caffè. DOPPIO.”

Post scriptum

Il caffè in Belgio FA CAGARE! Dannati Belgi.

It’s a long way to Leuven! – reprise

Trovare un quadro sciupato, perché è di Magritte.
La burocrazia è un po’ come lavare una caffettiera col Nelsen. Ottieni una caffettiera splendente. E un caffè con la schiuma.

Quattro salti a zonzo
ritorno a casa dal workshop (una giornata).
Roma – Mestre (una tantum) – 4 ore in treno – 394 km
trafila per il passaporto e ricerca inquilino (due settimane).
Mestre – Venezia (A/R – più e più volte): 30 minuti in autobus – 20 km
richiesta visto turistico per la Cina. Primo tentativo (fallito).
Mestre – Roma (A/R – una tantum): 8 ore in treno – 788 km
arrivo in Belgio per l’inizio delle lezioni (una giornata).
Mestre – Aeroporto Treviso: 30 minuti in autobus – 29 km
Aeroporto Treviso – Brussel Charleroi: 1 ora 35 minuti in aereo – 785 km
Brussel Charleroi – Brussel Zuid: 1 ora in autobus – 64 km
Brussel Zuid – Leuven: 30 minuti in treno – 30 km
richiesta visto turistico per la Cina. Secondo tentativo (andata e ritorno in una giornata)
Leuven – Brussel Zuid: 30 minuti in treno – 30 km
Brussel Zuid – Brussel Charleroi: 1 ora in autobus – 64 km
Brussel Charleroi – Roma Ciampino: 2 ore in aereo – 1144 km
Roma Ciampino – Roma: 30 minuti in metro – 13 km
partenza per Beijing (il giorno dopo)
Leuven – Brussel Airport: 20 minuti in treno – 25 km
Brussel Airport – Frankfurt: 1 ora e 15 minuti in aereo
Frankfurt – Beijing: 11 ore + 7 ore di fuso orario in aereo

 

o mythos deloi…

Verso la mobilità e (molto) oltre!

Quello che NON ho visto

Viaggiare è vedere ciò che puoi scoprire nei luoghi dove arrivi. E scoprire ciò che non puoi vedere nei luoghi dove passi. I luoghi dove passi sono sempre più numerosi di quelli dove ti fermi. Come un linea: ai due estremi un solo punto, in mezzo infiniti punti.

Il peggior pericolo dei figli sono i genitori
Perché se porti un bambino di neanche un anno in un viaggio intercontinentale i casi sono due: o sei uno stronzo senza il minimo rispetto per gli altri passeggeri del volo; o sei un criminale che attenta all’integrità di tuo figlio.
“Mi scusi. Sa com’è… sono bambini.”
“Mi scusi anche lei. Sa com’è… lei è un imbecille.
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s